Mercoledì, Gen 2022
Ciao Mondo 3!
"/storage/ssd-solid-state-disk/adata-falcon-512gb-recensione-2020092713544/?start=1" />/storage/ssd-solid-state-disk/adata-falcon-512gb-recensione-2020092713544/?start=1

ADATA Falcon 512GB - Recensione

Indice articoli


Rimosso l’SSD ADATA Falcon dal blister possiamo velocemente analizzarlo. L’ADATA Falcon è un SSD in formato M.2 NVMe 1.3 con interfaccia di collegamento PCI-E 3.0 x4. Le dimensioni sono di 80 x 22 x 2.9 mm. Il peso invece si attesta a soli 9 g. Il bello di questo formato è appunto garantire dimensioni ultra compatte con prestazioni a volte da capogiro.

L’ADATA Falcon si fa notare subito grazie al suo design appariscente ma elegante. Merito di ciò va ad un sottile heatsink in alluminio color Oro in forte contrasto al PCB di colore nero. L’heatsink presenta una finitura semi-lucida ed è completato dal logo ADATA e delle strisce simili a fasci di luce. Sappiamo bene che tale heatsink ha funzione non solo estetica ma anche dissipativa. Infatti grazie ad un pad termico posto a contatto tra lo stesso e le NAND e controller dell’SSD servirà a dissipare il calore generato dai componenti.

ADATA Falcon 512GB 5 7da94

Ricordatevi anche che è presente un film adesivo sull’heatsink da rimuovere prima dell’utilizzo.

ADATA Falcon 512GB 7 3daed

Capovolgendo l’SSD troviamo un semplice adesivo riportante tipologia di SSD, modello, serial number oltre a diverse certificazioni.

ADATA Falcon 512GB 6 c8844

Prima di analizzare anche il software con cui potremo monitorare lo stato dell’SSD ricordiamo che ADATA per il Falcon ha impiegato un controller a quattro canali prodotto da Realtek.

Precisamente troviamo un controller Realtek RTS5762DL. La variante Realtek RTS5762 invece è un controller ad otto canali. Abbinato al controller Realtek RTS5762DL troviamo quattro moduli di memoria a 96 strati di tipo 3D TLC prodotte da Micron e rebrandizzate da ADATA. Per l’ADATA Falcon non troviamo alcun chip DRAM cache ma abbiamo in compenso una cache SLC intelligente e l’Host Memory Buffer (HMB) che andrà a ‘’prelevare’’ fino a 65.5MB dal sistema operativo. In questo modo si garantiscono costi inferiori senza però sacrificare le prestazioni che in questo caso possono raggiungere i 3100/1500 MB/s (Lettura/Scrittura). E’ presente anche il supporto LDPC (Low Density Parity Check) che permetterà di correggere gli errori in tempo reale per garantire sempre l’integrità dei dati. Non manca anche una crittografia AES a 256 bit a protezione dei vostri dati.

Pubblicità


Corsair

Articoli Correlati - Sponsored Ads